VOTA QUESTO SITO

ALCUNE INFORMAZIONI SU DI ME

La mia foto
Italy
Da alcuni anni sono referente per la dislessia e insegno nella scuola primaria di Argentera Canavese. Autrice della favola "Lucertolina e Mirtillina" del libro per bambini sui DSA "Abracadabra Lucertolina". Alcune mie favole sono state pubblicate in altri due libri per bambini editi dalla casa editrice Mammeonline; curo il forum DSA su un sito per mamme;ho relazionato ad incontri e convegni sui disturbi specifici dell'apprendimento. Ho presentato il libro sui DSA, di cui sono coautrice, al Salone del Libro di Torino. Ho conseguito la specializzazione polivalente presso l'Istituto G Toniolo di Torino, con il massimo dei voti.

venerdì 17 luglio 2009

UN BEL SITO PER L'APPROCCIO ALLA LETTO SCRITTURA


su http://www.pianetascuola.it/risorseweb/ potete trovare l'ATLANTE INTERATTIVO DELLE PAROLE, un programma utilizzabile in rete, dotato di sintesi vocale, che permette un primo approccio all'alfabeto e alla sua scrittura. Per chi non ha la DSL e una connessione lenta è un po' faticoso il caricamento del programma che avviene ad ogni lettera, ma per il resto lo ritengo piuttosto valido.


Personalmente consiglio d'iniziare dalle vocali associandole a delle posture corpore, quindi facendole sperimentare dal bambino.

A: braccia in alto, la mani si congiungo, gambe divaricate, con la boca faccio AAAAAAAAAAAAAAA, spalanco bene la bocca per associarla alle gambe divaricate del bambino e della lettera.

E ha tre braccia, mi siedo e porto in avanti, le gambe unite, le braccia una più in alto rispetto alla'atra, pronuncio EEEEEEEEEEE.

I è alta alta, alzo le braccio e mi metto in punta di piedi estendendo il corpo verso il cielo mentre pronuncio IIIIIIIIIIIIIIII.

O è tonda tonta unisco le braccia a cerchio sopra la testa e dico OOOOOOOOOOOOO con voce cavernosa per dar l'idea del grosso e tondo.

U assomiglia alla O ma in alto è aperta, quindi porto le mani come per fare la O ma non le unisco, i palmi si guardano e dico UUUUUUUUUUUUUU mettendo bene le labbra come se dovessi dare un bacino!


Un altro sistema efficace per memorizzare le lettere e le parole è quello di manipolarle creandole con la plastilina, il pongo o la pasta di sale. Ricordate che tutto ciò che il bambino sperimenta in prima persona e col proprio coropo lo fissa maggiormente nella memoria.

Si possono associare anche dei segni ai singoli fonemi al fine di richiamarli nel momento in cui il bambino non dovesse ricordarli. Ad esempio per la f si può portare l'indice sulle labbra, per la s l'indice e il pollice messi a "c" scorrono dalla gola verso il mento, per la G si mette una mano sula gola per sentire la vibrazione....


ATTENZIONE: SE IL BAMBINO E' SEGUITO DALLA LOGOPEDISTA QUESTE STRATEGIE DEVONO ESSERE IMPOSTATE DALLO SPECIALISTA, COME DEV'ESSERE CONCORDATA QUALUNQUE TIPO DI ATTIVITA'

Nessun commento:

Posta un commento