VOTA QUESTO SITO

ALCUNE INFORMAZIONI SU DI ME

La mia foto
Italy
Da alcuni anni sono referente per la dislessia e insegno nella scuola primaria di Argentera Canavese. Autrice della favola "Lucertolina e Mirtillina" del libro per bambini sui DSA "Abracadabra Lucertolina". Alcune mie favole sono state pubblicate in altri due libri per bambini editi dalla casa editrice Mammeonline; curo il forum DSA su un sito per mamme;ho relazionato ad incontri e convegni sui disturbi specifici dell'apprendimento. Ho presentato il libro sui DSA, di cui sono coautrice, al Salone del Libro di Torino. Ho conseguito la specializzazione polivalente presso l'Istituto G Toniolo di Torino, con il massimo dei voti.

sabato 7 gennaio 2012

SMA

La SMA è l'atrofia muscolare spinale di origine genetica che si manifesta nel momento in cui due portatori sani s'incontrano, il nascituro ha il 25% di probabilità di nascere ammalato.



La SMA, colpendo i neurotrasmettitori inibisce il movimento degli arti inferiori, il controllo del collo , della testa e della deglutizione.



I soggetti colpiti da questo tipo di atrofia presentano un'intelligenza, generalmente, superiore alla media e i loro sensi non sono alterati.



La SMA si suddivide in 3 tipi in base alla gravità e al periodo d'insorgenza.



Il tipo I è quello più grave che porta alla morte entro i primi mesi di vita a causa di complicanze respiratorie.



Il tipo III è la meno grave e può insorgere nell'edolescenza.



Il tipo IV può manifestarsi negli adulti






Le persone affette da SMA sono persone diversamente abili nelle abilità motorie e non in quelle cognitive.






Purtroppo questa malattia è ancora poco conosciuta dalla "gente comune" e la scarsa conoscenza genera pregiudizio, esattamente come avviene per i DSA.



La dottoressa Tania Bocchino di Feletto, si sta battendo affinchè vengano superate certe barriere non solo architettoniche ma soprattutto culturali. A tal fine ha fondato un'associazione http://www.associazionelebaccanti.com

con la quale vuole promuovere l'autonomia delle persone diversamente abili.

Nessun commento:

Posta un commento